stai leggendo...
accade in questi giorni, agroalimentare, Ambiente, Eventi, Arte e Cultura

Nasce il decs

Nasce il decs, la cultura e l’economia diventano solidali. Il “Distretto di Economia e Cultura Solidale dei Monti Prenestini” si configura quale laboratorio permanente di sperimentazione civica, economica e sociale, al fine di costruire esperienze concrete dei principi e delle pratiche caratteristiche dell’economia solidale sul territorio. Sul giornale cartaceo abbiamo indicato Cave come luogo della presentazione, ma per motivi logistici la nuova sede dell’evento sarà l’Hotel Stella a Palestrina

Gli attori del Distretto comprendono coloro che praticano l’economia solidale nel territorio dei comuni di Zagarolo, San Cesareo, Palestrina, Labico, Valmontone, Cave, Genazzano, San Vito Romano, Olevano Romano, Bellegra, Pisoniano, Rocca di Cave, Guadagnolo, Capranica Prenestina, Gallicano nel Lazio, Poli, Castel San Pietro Romano, Serrone, Roiate, Paliano, Casape, Colonna, Piglio e sono: gli imprenditori locali e i loro lavoratori; i piccoli produttori agricoli; i Gruppi d’Acquisto Solidale; gli artigiani; le associazioni; gli artisti; i liberi professionisti; le istituzioni che intendono favorire sul proprio territorio la nascita e lo sviluppo di esperienze di economia solidale.

decs-banner-17Il DECS MONTI PRENESTINI vuole essere una realtà territoriale, economica e sociale che persegue la realizzazione dei seguenti tre principi fondamentali: Cooperazione e reciprocità I rapporti tra i soggetti del Distretto si ispirano a questi principi.

Pur garantendo la pluralità dell’offerta e delle forme di scambio, i soggetti appartenenti al distretto si impegnano a realizzare gli scambi prioritariamente all’interno del Distretto stesso, favorendo l’instaurarsi e il diffondersi di relazioni sociali ed economiche fondate sulla cooperazione e sulla conoscenza reciproca. Per favorire lo sviluppo e la gemmazione di nuovi DECS, ciascun soggetto aderente si impegna a sostenere il Distretto, secondo le modalità e i limiti definiti dai partecipanti al Distretto stesso. Scopi del distretto sono: la Valorizzazione del territorio

Il distretto intende valorizzare le caratteristiche peculiari dei luoghi: beni comuni, conoscenze, culture, saperi, tradizioni, peculiarità ambientali, ricchezze sociali e relazionali. Tali peculiarità sono viste come ricchezze da accrescere e valorizzare e non come risorse da sfruttare a fini di profitto, nella convinzione che tale strategia, oltre a favorire la sostenibilità sociale ed ecologica, è conveniente anche sotto il profilo del benessere sociale. In questa concezione il territorio non va inteso come sistema chiuso. Quindi il Distretto non promuove un localismo difensivo, quindi si considera un sottosistema aperto facente parte di un pi vasto sistema economico e sociale sostenibile.

La Sostenibilità sociale ed ecologica

Il Distretto intende muovere verso forme di organizzazione economico-sociale sostenibili. In questa prospettiva si riserva il diritto di individuare limiti alle dimensioni dei soggetti aderenti al Distretto. I soggetti aderenti al Distretto si impegnano inoltre a svolgere le proprie attività economiche secondo modalità tali da non superare la capacita di carico degli ecosistemi. Si ritiene strategico, a tale fine, favorire i cicli locali di produzione e uso.

La partecipazione attiva

La realizzazione pratica dei tre principi fondamentali enunciati viene perseguita attraverso il metodo della partecipazione attiva dei soggetti alla definizione delle concrete modalità di gestione dei processi propri del Distretto stesso. Tale modalità presuppone da parte degli aderenti la disponibilità a confrontarsi e a condividere con altri idee e proposte.

La presentazione ufficiale del progetto avverrà il 17 di dicembre presso la biblioteca comunale di Cave. Verranno presentati anche i progetti che il distretto sta portando avanti. La scuola delle arti e dei mestieri, con i corsi di artigianato come anche quelli di regia e scrittura creativa, Pane Prenestino – Pane di produzione locale a lievitazione naturale, con materie prime naturali e locali, l’esperimento della iblioteca sempre aperta di San Cesareo, l’ambiziosa idea della PaPaMobile, la Pista ciclabile dei Monti Prenestini

Contatti: info@comunicazioneartigianale.itwww.comunicazioneartigianale.it

 

L’appuntamento per la presentazione del distretto è per il 17 dicembre presso l’Hotel Stella a Palestrina

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: