stai leggendo...
Senza categoria

Non dimenticateci!

Tra la vasta proposta di spettacoli che si sono svolti nell’area Prenestina, ve ne vogliamo segnalare uno in particolare per il forte significato sociale che racchiude. Organizzata dalla Comunità per disabili psichiatrici Villa Marinella di Zagarolo, la serata che ha visto alternarsi sul palco gli utenti, gli operatori e gli invitati della struttura è un esempio di come, per uscire da un disagio, spesso non bisogna nascondersi, ma è molto meglio apparire. Questo è il messaggio lanciato venerdì scorso da quel palcoscenico

 

La follia è una condizione umana. In tutti noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia.”

Così scriveva Franco Basaglia, padre del nuovo ordinamento sulla cura della salute mentale, nell’ormai lontano 1979.

La disabilità mentale, anni fa si nascondeva come fosse una malattia impresentabile alla “normale società”. Un tessuto sociale che non voleva venire a contatto con realtà comportamentali che la mettessero a disagio. Grazie al lavoro di Basaglia e di chi ha seguito il suo esempio, oggi la disabilità mentale viene percepita in modo totalmente diverso. Una terra di mezzo tra realtà e fantasia che forse ci farebbe bene a tutti saper leggere ed ascoltare, per trarne magari qualche vantaggio.

13570343_1125416210829948_524588916_o

Un momento dello spettacolo

Un ottimo lavoro lo sta facendo una comunità dedicata all’assistenza di malati psichiatrici che sorge nel territorio di Zagarolo, Villa Marinella. Che prendendo spunto dal credo di Franco Basaglia, ha organizzato una grande festa di inizio estate per i 20 utenti del centro. Un vero e proprio spettacolo teatrale di musiche e balli, oltre che una sontuosa cena per gli utenti e invitati intervenuti.

Grande lavoro da parte degli utenti che hanno dovuto sostenere molte ore di prove, ma anche gran lavoro degli operatori che non si sono mai tirati indietro dall’assisterli, seguirli e rassicurarli nel percorso di crescita necessario per salire su un palcoscenico.

Aggiungendo a questo la partecipazione di massa di parenti, amici e sostenitori della comunità, ha permesso la realizzazione di questa piccola, grande cosa che, rispetto alla grande proposta patinata di offerte culturali del territorio poteva passare inosservata, ma racchiude un grande significato sociale e di crescita culturale.

Circa 300 invitati hanno assistito alla kermesse di canti balli e parole proposta dagli utenti, in collaborazione con gli operatori di Villa Marinella, dove i primi, esponendosi in prima persona e mettendosi su un palco, hanno urlato la loro voglia di essere presenti e non nascosti dietro quel cancello di cui cantava Giorgio Gaber. Hanno urlato a gran voce la voglia di dire o di far vedere qualcosa, che sia una tarantella o una lettura, alla nostra “normale società” che, per comodità culturale, talvolta tende a nascondere il disagio con un velo di “pietas” in modo da non doversene occupare.

Nella seconda parte del lungo spettacolo, un gruppo musicale storico, amico della struttura e che vanta diversi successi in campo musicale, i “Cugini di Campagna”, hanno accompagnato gli ospiti fino a tarda serata con i loro più famosi successi internazionali, in un clima di amicizia e vicinanza che amplifica il valore della loro partecipazione.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: