stai leggendo...
Ambiente, Eventi, Arte e Cultura

Orto e arte in Piazza

Una serie di incontri ed eventi destinati a grandi e piccini per scoprire la cultura agricola e le vecchie tradizioni locali. Senza farsi mancare momenti gastronomici inspirati alla cultura contadina, musica e svago. Inoltre il progetto vede, come raramente accade, più progetti integrati nella stessa proposta per i cittadini

 

Il progetto nasce dalla voglia di tornare alle vecchie tradizioni rurali del nostro paese e agli antichi mestieri che un tempo lo animavano.

Un percorso dedicato nel quale gli artigiani metteranno a disposizione dei visitatori la loro arte, il loro sapere e la loro manualità con dimostrazioni pratiche così da far rivere l’emozione degli antichi mestieri di una volta che hanno scritto la nostra storia e il valore di questo territorio.

Il Programma della Manifestazione

Il Programma della Manifestazione

Verranno riproposti i vecchi giochi di una volta, facendo rivivere le atmosfere passate ai grandi e farle scoprire ai più piccini. Così che possano capire come esistano modi meno moderni ma altrettanto piacevoli con cui divertirsi.

Sono molti gli appuntamenti dedicati ai ragazzi e sopratutto destinati alla conoscenza del mondo contadino e della cultura agricola. Come anche gli appuntamenti dove approfondire e scoprire il borgo storico di Zagarolo, le sue piccole piazze, le sue edicole votive, le sue Chiese.

Si va dal progetto “tutta la mia città”, nel quale gli studenti dell’I.C.Zagarolo ci fanno scoprire i percorsi storici all’interno del paese, alle visite guidate nelle Chiese.

Con “conosciamo il mondo” si imparerà invece a disegnare gli ortaggi in un laboratorio di Serigrafia, come anche “orto in pagella” si metteranno le mani nella terra, alla scoperta di come nascono i semi e come possiamo trapiantare le piantine per farle crescere forti e vigorose.

Ma per tutti gli appuntamenti vi rimandiamo al profilo FaceBook dell’evento.

Ci ha molto sorpreso positivamente in particolare un modus operandi della manifestazione che ha scelto, cosa che sosteniamo necessaria da molto tempo. La manifestazione ha prodotto un calendario di eventi integrato, discusso e condiviso, che si va ad integrare con quello delle altre manifestazioni che incidono nel paese nello stesso momento. Questo garantisce che il pubblico non si debba dividere tra vari eventi, ma possa fruire di tutte le proposte del Paese.

Il percorso degli eventi è studiato infatti in modo che si integri con “legati per il Week End”, la mostra interattiva sul mattoncino LEGO che si tiene a Palazzo Rospigliosi e con “Cover the Top”, la consueta manifestazione musicale che si tiene ogni anno.

Ci siamo fatti raccontare la nascita del progetto e di questa idea che si integrasse con altre proposte culturali locali da Luigi Patriarca Presidente dell’Associazione i Gufi, organizzatrice dell’evento.

CA: Buongiorno Luigi, a parte l’elenco delle attività che proponete che pubblicheremo, vorrei sapere qual’è il pensiero che c’è dietro alla nascita di questa idea.

cover the topLP: Nasce da un idea in particolare, vogliamo raccontare la Zagarolo del dopoguerra. Raccontare quali era le arti e i mestieri che percorrevano le nostre strade alla fine del secondo conflitto mondiale, questo per farlo conoscere anche alle nuove generazioni. Era un paese contadino dove la mattina si lavorava nei campi e il pomeriggio ci si trasformava in artigiano, per arrotondare la scarna paga del mezzadro. Vogliamo raccontare quello spaccato di vita perché oggi sta andando completamente perso.

CA: altra scelta che voi avete fatto e che trovo giusta e interessante, è quella di integrare la vostra proposta con le altre manifestazioni che si svolgono sul territorio nello stesso periodo. Fino ad oggi non accade spesso, da cosa nasce la vostra volontà?

LP: é un po una mia scommessa, è da molto che ci tengo a vederla realizzata. Fino a Carnevale, quando abbiamo fatto un carro in comune con altre associazioni e da li ne abbiamo un po discusso di questa necessità. Abbiamo scelto, per quest’evento di allearci con l’associazione Do-Mani, che organizza “Cover the Top” proprio per dimostrare che questo si può fare. Il nostro scopo non è farci la guerra, ma riportare la gente dentro al paese. L’intento è anche quello di produrre un agenda condivisa tra tutte le associazioni, il Comune e la pro loco per fare in modo che sia facile trovare il modo di integrare gli eventi.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: