stai leggendo...
Pallavolo Zagarolo

Nessun Problema, si ricomincia, con la vicinanza del pubblico!

La Pallavolo Zagarolo ferma il suo viaggio verso la serie B nel palazzetto, piccolo, dello sport di Genzano, dove ha disputato la sua finale con la Libertas.

Io in questo breve sommario non mi occuperò di raccontarvi la partita, ci penseranno molto bene Maurizio Salvatore nel suo pezzo e Giulio Baldini, uno dei dirigenti della Società. Io mi limiterò a pubblicare delle mie riflessioni.

Intanto ho visto un momento di grande rischio per la federazione che ha indicato nel palazzetto dello sport di Genzano come luogo in cui disputare una finale così importante, che definiva chi avrebbe dovuto cambiare categoria. Il palazzetto dello sport di Genzano può ospitare ben poche persone sugli spalti e di conseguenza, molti sono rimasti fuori creando evidenti problemi di sicurezza. É intervenuta la forza pubblica che come spesso accade non sa misurare le forze, le competenze e le azioni messe in campo e quello che è successo nelle ore successive non ha assolutamente fatto bene allo sport. Tamburi tolti di mano ai bambini, trombette sequestrate, striscioni vietati. Bottigliette di acqua senza tappo per motivi di sicurezza, coriandoli vietati ma si sorvola l’apologia di Fascismo di uno striscione che riportava il pensiero d’Annunziano dedicato alla decima MAS di JunioValerio Borghese. Un clima “NO TAV” ad una finale di campionato che poteva essere un momento di festa.

Unica notizia positiva è la vicinanza del pubblico Zagarolese, che anche in questa occasione non ha fatto sentire la sua assenza.

Leggetevi ora il bel pezzo di Maurizio Salvatore e le riflessioni di Giulio Baldini. (C.A.)

 

di Maurizio Salvatore

E sul più bello, Zagarolo cade. Dopo l’entusiasmante vittoria contro la quotata Roma12 non riesce l’impresa di espugnare il temibile fortino Genzanese alla formazione gabina nella finalissima per la promozione in serie B. La prima sconfitta per la nuova guida tecnica composta da Scalabrella Rizza, che aveva preso in mano la squadra dopo la disfatta contro Velletri, arriva nella partita più importante della stagione, dove Zagarolo non ha mostrato la giusta cattiveria agonistica necessaria per vincere una partita dalla posta in palio cosi alta. Nulla da rimproverare ai nostri ragazzi, che in molte occasioni hanno tirato fuori gli artigli e vinto partite dove sulla carta non erano favoriti e che sono arrivati ad un passo da un traguardo impervio dall’inizio della stagione.

genzano 1

Un momento della partita

Dalle prime battute Zagarolo accusa la tensione, che fortunatamente è ben presente anche nella squadra genzanese, come normale che sia vista l’alta posta in palio. Nonostante tutto è Zagarolo a trovare la via del gioco nelle fasi iniziali, con i padroni di casa che hanno difficoltà a carburare. Alla fine Genzano spinta dal pubblico di casa tira fuori le proprie armi e conquista il primo parziale, sul 25-21. Il secondo set vede grande equilibrio, con entrambe le formazioni che cominciano a giocare a viso aperto ma è la Libertas Genzano ad essere più concreta, i ragazzi Zagarolesi sono ancora troppo timorosi e fallosi. Nonostante tutto si arriverà ai vantaggi, dove a spuntarla sarà ancora la formazione di casa che con un gran diagonale chiude il secondo tempo suo 25-23. Terzo set con partenza sprint per la formazione gabina, che lascia presagire l’inizio di un tentativo di rimonta. Purtroppo i ragazzi Zagarolesi non riescono a mantenere il vantaggio, vengono rimontati e nella delusione totale lasciano alla formazione di casa o festeggiamenti e la conquista della serie B.

Commovente l’abbraccio del pubblico di casa che non ha fatto mancare il suo supporto durante la partita, ringraziando e applaudendo Zagarolo nonostante la sconfitta. Il futuro è roseo per la pallavolo Zagarolo, l’età media di 24 anni fa ben sperare che questa finale possa essere solo che un punto di partenza per le stagioni a venire. La piazza zagarolese per il calore e la sportività mostrata merita un palcoscenico più ampio, nonostante il grande rammarico non c’è dubbio che la prossima stagione di ripartirà più agguerriti che mai. Da oggi in poi grande responsabilità spetterà ai ragazzi della GSP Zagarolo, che dovranno mantenere gli standard qualitativi mostrati quest’anno e tentare di migliorare ancora!

Un grazie enorme alla dirigenza, al settore tecnico e soprattutto alla tifoseria, vero settimo uomo e arma in più dei gabini, e soprattutto sempre Forza

I ringraziamenti di Giulio Baldini:

Informazione Pubblicitaria

Informazione Pubblicitaria

Ringrazio tutti gli atleti dello Zagarolo e del Genzano per la lezione sportiva che hanno trasmesso di profondo rispetto e correttezza con la quale si sono sfidati per una partita che valeva la Serie B e per gli abbracci che si sono scambiati reciprocamente a fine gara dimostrando il vero senso dello sport. Ringrazio gli arbitri, ebbene si, ringrazio anche gli arbitri, soprattutto per essere stati uomini di sport perchè hanno saputo calarsi anche nell’atmosfera post partita scambiando tranquillamente pareri e battute. Ringrazio i tifosi che hanno assistito alla partita, ringrazio e sono dispiaciuto e mi scuso con quelli che non sono potuti entrare e con quelli che sono dovuti andare via poiché non sono potuti entrare, sebbene erano semplicemente venuti per essere vicini alle rispettive squadre. Da 40 anni sono nel mondo della pallavolo, prima come giocatore, poi come tifoso, come padre di due figli giocatori, come padre putativo di tutti gli atleti del GSP Zagarolo e ancora come dirigente, ma ieri ho sofferto la sconfitta. Ieri ho sentito di aver perso non una partita per passare in Serie B ma di aver perso LA PARTITA DELLA PALLAVOLO. Si perché, gli atleti innanzitutto, ma anche gli arbitri ed i tifosi tutti avrebbero meritato di disputare, dirigere ed assistere ad una vera finale del Campionato Regionale di Pallavolo Maschile di Serie C con la corrispondente dignità sportiva di una finale. Invece, ci si è trovati in una palestra presidiata dalle Forze dell’Ordine, che hanno fatto il loro dovere; con molti tifosi rimasti fuori la palestra e diversi altri che sono dovuti andare via. Ancora una volta ringrazio i ragazzi del GSP Zagarolo per le emozioni che ci hanno fatto vivere iniziando dal Campionato, proseguendo per le tre partite dei playoff “normalmente” disputate al “Palazaga” ogni volta con la forza di un gran numero di tifosi semplicemente festanti e sostenitori della squadra, fino alla finale”.

 

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: