stai leggendo...
Ambiente

Zagarolo si dissocia!

L’amministrazione prende all’unanimità le distanze dal mega cimitero alle porte di Zagarolo. Con il consiglio comunale del 7 di maggio, si mette un chiaro no alla proposta fatta dal Comune di Gallicano nel Lazio di costruire un mega cimitero da 120.000 salme con annesso forno crematorio in zona Tenuta di Passerano. Dopo il dietro front del Comune di Rocca Priora alla creazione del “Tempio Crematorio”, oggi anche l’amministrazione di Zagarolo sceglie la strada migliore, viste anche le numerose proteste dei cittadini.

1Con la votazione all’unanimità della mozione presentata dal Consigliere 5 stelle Paolo Pacifici, L’amministrazione di Zagarolo prende ufficialmente le distanze dallo scellerato progetto che prevedeva la realizzazione di un mega cimitero con annesso forno crematorio all’interno della tenuta di Passerano. A pochi metri dalle abitazioni di Valle Martella. Un manufatto “funebre” che avrebbe caratterizzato il paesaggio e l’economia del nostro territorio per i decenni a seguire oltre che a mettere in pericolo la salute dei cittadini.

Una chiara presa di posizione anche se alcuni tentennamenti da parte di alcuni esponenti della maggioranza ci sono stati, ma almeno una chiara presa di posizione che ci aspettavamo da anni. Nessuno dei cittadini di Zagarolo e paesi limitrofi ha mai trovato nel modello di sviluppo proposto dal cemento cimiteriale, una qualsiasi forma di ristoro da un economia ferma che andrebbe fatta ripartire partendo dalle risorse artistiche, culturali e paesaggistiche della nostra zona.

Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Resta ora da capire quale sia la posizione rispetto al secondo progetto che andrebbe ad impattare su quella zona, ovvero l’impianto di compostaggio industriale. Qualcuno ancora parla di produzione di Bio Metano anche se da informazioni da noi raccolte pare che la volontà sia quella di realizzare un impianto di compostaggio aerobico industriale, non destinato alla produzione di gas, ma, anche a questa seconda opzione, 2avremmo di molto preferito si optasse per piccoli impianti di comunità, meno impattanti e meglio diffusi sul territorio che permettono notevoli risparmi anche perché dotati della possibilità del conferimento diretto, come per esempio nelle mense scolastiche.

Aspettiamo adesso di sapere la posizione delle istituzioni su questo secondo progetto e sopratutto il suo stato di avanzamento in delibere e lavori.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: