stai leggendo...
Ambiente

Rocca Priora Vs. Tempio, 1 a 0 su autogol!

Si è svolta ieri pomeriggio, in una affollata aula dell’auditorium di Rocca Priora, quella che nella fantasia della attuale amministrazione doveva essere un appuntamento nel quale “fugare” i pochi dubbi che si palesavano nelle menti della popolazione locale, riguardo l’importante progetto che la giunta ha recentemente deliberato in data 26 gennaio u.s. Ovvero il riconoscimento di “pubblica utilità” di un Forno Crematorio, realizzato in regime di project financing a Rocca Priora e da realizzarsi all’interno dell’area cimiteriale di Fontana Chiusa. Il “Tempio Crematorio”, uno dei vertici del futuro “triangolo della morte” che le amministrazioni locali vorrebbero far sorgere tra i Monti Prenestini e Castelli Romani.

 

di Claudio Auriemma

 

La Società incaricata di realizzare questo impianto è la SOCRIT S.r.L., una società che si occupa di energie alternative (il vostro stupore è pari al mio n.d.r.). Tra l’altro la società è di recente costituzione, ma questo lo consideriamo un peccato veniale.

Per capire bene le dimensioni del progetto in questione ve lo descriviamo a brevi tratti. Il progetto prevede un investimento di circa 3Milioni e 300Mila Euro. Che dovrebbero essere sostenuti da una società che ha come capitale sociale soli 10.000 Euro. Il Tempio crematorio dovrebbe sorgere all’interno di un bosco, nel centro di quello che è il parco dei Castelli Romani, zona che vanta ben sei vincoli ambientali e paesaggistici e ha la possibilità, a regime, di coprire le esigenze di ben 6Milioni di abitanti. Basta il numero per capire che non è un opera locale, visto che Rocca al 2015 contava circa 12.000 abitanti. É pertanto un opera comprensoriale destinata all’utilizzo di un area molto più vasta. E torniamo di conseguenza al solito concetto dei Castelli e dei Monti Prenestini come zona a servizio della Capitale e di altre entità. Come se fosse solo una area da sfruttare e che non vanti una sua storia e una sua cultura. Dimenticando i vincoli, le peculiarità turistiche, ricettive, la bellezza della natura e dei reperti archeologici.

damiano pucci web

Damiano Pucci, Sindaco di Rocca Priora, in un momento della conferenza

Perché parliamo di autogol? Molto facile a spiegarsi. La conferenza di ieri doveva essere un momento di incontro, almeno cosi nell’immaginario della amministrazione Roccapriorese, nel quale, con il supporto di alcuni esperti, si spiegava che non c’era nulla da temere per la popolazione ad ospitare un progetto comprensoriale così impattante. Le nuove tecnologie, unite ai vantaggi economici e “turistici”, avrebbero fatto diventare Rocca Priora uno dei vertici del triangolo della morte previsto tra Gallicano, San Cesareo e Rocca Priora, che avrebbe naturalmente creato un indotto per tutti. Questa la scelta portata sul tavolo dalla attuale amministrazione.

Il fronte del NO è molto esteso e ben motivato. La popolazione non si fida affatto dei controlli sull’impianto affidati a ditte che, come abbiamo visto, sono facili ad abbassare la guardia per motivi economici o di interesse, ma sopratutto non ha alcuna necessità di trovarsi al centro di un triangolo della morte nella speranza di una avventurosa promessa di sviluppo turistico di un area che verrebbe destinata al business del caro estinto.

Il Comitato del NO si è fatto inoltre promotore di un referendum per decidere, stavolta insieme alla popolazione, se quel progetto è ben voluto dai cittadini, e allo scopo, ha già raccolto 1500 firme circa. Che se le contiamo sotto forma di voti, in un paese come Rocca, fanno un Sindaco. Ed oltre tutto vuole partecipare alla futura conferenza dei servizi per portare i propri motivi ostativi.
I cittadini sono inoltre indignati per la delibera del Comune che è precedente ad una conferenza pubblica indetta allo scopo di informare la cittadinanza.

Dal punto di vista politico invece ci risulta sorprendente che la giunta di Rocca Priora indìca un confronto pubblico “postumo”, è il caso di dirlo, per informare la popolazione di una scelta già fatta. É vero che l’inizio lavori sarà soggetto alla conferenza dei servizi indetta per il 7 di aprile, ma risulta irritante per chi abita quel territorio e i territori limitrofi vedersi interpellati a posteriori.

Inoltre ci viene spontaneo chiederci quale sia il modello di sviluppo che vaga nella mente dei nostri amministratori. Non hanno affatto capito che la gente ha bisogni molto diversi. Commercio diffuso, turismo, attività e proposte di crescita personale per uscire da questa interminabile crisi economica e culturale e non progetti che vadano ad arricchire, a spese della propria salute e del futuro delle nuove generazioni, alcuni piccoli o grandi consigli di amministrazione.

sala3web

l’Auditorium che ha ospitato l’incontro pubblico di ieri

Risultato della conferenza pubblica di ieri? Cittadinanza arrabbiata, esperti ridotti al silenzio e Sindaco che chiude l’incontro sul tema forno crematorio parlando al passato. Se questo non lo consideriamo un autogol, possiamo chiamarlo suicidio politico. Questo lo possiamo affermare dal fatto che tra gli “arrabbiati” in quella sala c’erano molti “ex” sostenitori di quella giunta.

Abbiamo letto su alcune testate locali come viene descritta minuziosamente la colorita presenza all’evento di alcuni cittadini, ma credo che quando si parla di cose importanti che riguardano il proprio futuro e quello dei nostri cari, un po di sana partecipazione, anche se talvolta sopra le righe sia necessaria.

Mannaggia, contare sulla sonnolenza della popolazione sta diventando sempre più difficile.

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: