stai leggendo...
Eventi, Arte e Cultura

Da Domenica 20 dicembre il Gallo è Gratuito

Domenica al Mercato Contadino, nel corso della Manifestazione In Corso D’Opera XL, in anteprima, Il Gallo Parlante presenta la sua nuova veste grafica e annuncia il suo nuovo modello distributivo. Intanto, se volete sfogliarlo, potete farlo on line

 

A seguire l’editoriale del numero di Dicembre

1 GPn2dic15

CLICCA SULL’IMMAGINE E SFOGLIA ON LINE IL GIORNALE

Siamo arrivati a stampare il secondo numero di questo mensile. Una operazione a cui tenevo moltissimo sicuro che avrebbe avuto il successo sperato sia dai primi numeri ed affettivamente questo mio desiderio si è avverato. Il Gallo Parlante sta subendo un chiaro processo di scala sia per numero di lettori che per attenzione degli investitori. Noterete che la copertina di questo numero è un po diversa. É composta dai bellissimi “manicotti” realizzati da Elisa Capo che ringrazio, per questa occasione vestiti a festa. La diversità è principalmente nella veste grafica della testata. Stiamo abbandonando il nome a cui siamo molto affezionati in quanto è molto connotato geograficamente ed oggi questa operazione editoriale guarda ad un territorio più vasto. Inoltre abbiamo deciso di cambiare modello distributivo.

Da questo numero in poi usciamo dalle edicole per mischiarci tra la folla, riprendiamo in mano il nostro progetto editoriale iniziale e diventiamo un magazine a diffusione gratuita. La decisione che mi ha fatto tornare sui miei passi è scaturita dal fatto che ho notato una certa pigrizia da parte delle edicole a spingere progetti editoriali in partenza e quindi, anche senza volerlo, a limitarne la diffusione. La missione del Gallo invece è quella di raggiungere un numero sempre maggiore di persone, per cui si preferisce fare a meno dei proventi della vendita ed affidarsi unicamente agli investitori, ma poter diffondere sul territorio un numero di copie estremamente maggiore. Inoltre abbiamo fatto un’altra scelta molto importante che ora cerco di spiegarvi e motivarvi.

Solo pochi giorni fa, ho notato che una nota rivista che ha moltissimi lettori a livello internazionale, ha comunicato la sua scelta di abbandonare un periodicità costante delle sue uscite e diventare un periodico a periodicità casuale. Che significa uscire quando se ne ha voglia? No significa uscire quando si ha qualcosa da dire. L’editoria è molto cambiata nel corso del tempo e stiamo assistendo ad un fenomeno importante. La maggior parte delle informazioni legate all’attualità passano sul web. Alla carta rimane solo da valutarle e da approfondirle. Ciò significa che la carta si sta evolvendo, diminuisce la quantità di carta stampata ma cresce di qualità e sopratutto e fondamentale che abbia qualcosa da dire di diverso e non scimmiottare i telegiornali cercando di stare appresso a ciò che è già stato detto.

Inoltre la possibilità di uscire liberamente senza rispettare un periodicità costante, permette di realizzare degli speciali monotematici che possono uscire in qualsiasi momento del mese.

Per venire ai contenuti di questo numero, oltre alle consuete rubriche iniziali, vorrei concentrare la Vostra attenzione su tre pezzi fondamentali all’interno del giornale. Partiamo con un bel menù Natalizio, con annessi abbinamenti cibo-vino, che vuole forzare un po la mano ed invitare ad un consumo più misurato di carne animale nel corso della nostra vita, ed in particolare durante occasioni e ricorrenze, quando per poter soddisfare l’enorme richiesta di prodotto, si va spesso in deroga alla qualità del prodotto stesso e alla qualità di vita e trasporto dell’animale.

Passiamo poi alla scuola con un lungo viaggio che partendo da una Preside eccezionale del Cilento ci porterà fino a Genova di un gruppo di genitori fa da soli la propria buona scuola.

Altro pezzo molto importante è il WIKI TTIP che Dario Tamburrano, Parlamentare Europeo per il M5S, ci ha messo a disposizione. Per punti chiari e tondi, cercheremo di spiegare perché non dobbiamo firmare un trattato scellerato che ci porterebbe via le nostre unicità, andando ancora una volta verso un modello di sviluppo fallimentare.

Buona lettura

 

Claudio Auriemma – Direttore Editoriale

 

 

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: