stai leggendo...
Ambiente, Eventi, Arte e Cultura

Quest’anno la Sagra dell’Uva, fa la differenza!

Dopo aver notato una certa distrazione sulla gestione dei rifiuti nei grandi eventi del paese, Il Gallo Parlante, Il Comitato Difesa del Territorio in collaborazione con il Comune di Zagarolo, attiva un eco-gruppo che vuole trasformare la Sagra dell’Uva in un Eco-festa. Operazione che aiuterà l’accesso a premi destinati ai Comuni virtuosi e a migliorare l’attrattività turistica del territorio.

Nel corso del più grande evento del paese si farà la raccolta differenziata e buona parte degli stand utilizzeranno materiale compostabile per servire i pasti e le bevande. Con l’aiuto dei cittadini, si farà un piccolo grande passo verso la crescita culturale e la sostenibilità ambientale. Tra qualche incomprensione e alcune miopie di intenti, le realtà coinvolte hanno raggiunto un successo insperato anche grazie allo sforzo degli standisti che verrà ricompensato con materiale informativo prodotto dalla nostra testata e dal Comitato difesa del Territorio oltre che una crescita culturale che porterà visibilità a chi ama l’Agro Romano Antico e lavora per la sua crescita.

 

Di Claudio Auriemma

 

Siamo ormai giunti alla 72ma edizione della Sagra dell’Uva di Zagarolo, uno degli eventi più attesi dell’anno dai cittadini e dalla popolazione circostante. Un evento che nei suoi tre giorni di svolgimento che vanno da oggi 2 ottobre e termineranno domenica 4, vanta la partecipazione di numerosissimi visitatori, si parla anche di 30.000 presenze, dato ovviamente da confermare. 12 stand gastronomici, visite guidate, incontri di letture dialettali, musica, mercato contadino e varie altre attrattive, riempiono il centro storico del paese e i suoi vicoli.

La mappa degli stand

La mappa degli stand

Quest’anno la Sagra si aggiudica un ulteriore grande passo avanti dal punto di vista culturale e di rispetto ambientale. Dopo aver letto il pezzo scritto da una nostra autrice nella quale ha denunciato la poca cura che si destina alla separazione degli scarti alla fine degli eventi pubblici, in un paese che da tempo ha avviato la raccolta differenziata porta a porta, abbiamo deciso di cercare non solo di fare denuncia, ma scendere in campo attivamente con proposte all’amministrazione in modo da cercare di risolvere questo problema e dare quindi il buon esempio ai cittadini, ai quali non si può chiedere di differenziare i rifiuti se sono per primi i grandi appuntamenti a non farlo.

Come Gallo Parlante abbiamo portato sul tavolo dell’Amministrazione Comunale, che sapevamo già sensibile all’argomento, delle proposte che abbiamo valutato importanti da mettere in atto al fine di migliorare la qualità della differenziazione dei rifiuti, che dopo un periodo iniziale abbastanza proficuo, ha visto un calo percentuale. Si sa che se ogni tanto non si rinnova la comunicazione, anche le pratiche virtuose tendono a raffreddarsi.

FrancescaPompei

Ph: Francesca Pompei

Abbiamo proposto un tavolo di lavoro condiviso con il Comune, la società che ritira e gestisce i rifiuti, la Ambi.En.Te S.p.A, la Testata il Gallo Parlante e il Comitato difesa del Territorio nel quale abbiamo proposto che ogni stand presente alla Sagra avesse una sua piccola isola ecologica che rendesse intuitivo ai visitatori la necessità di differenziare i rifiuti. La Società Ambi.En.Te S.p.A oltre che l’Amministrazione Comunale, ed in particolare il suo Assessore all’ambiente Federica Buiarelli hanno accolto con piacere e fatta propria la proposta. La società gestore dei rifiuti consegnerà cassoni sufficienti a garantire tante piccole isole ecologiche sparse tra gli stand, facili da individuare ed in prossimità dei luoghi dove più facilmente si producono scarti, quindi gli stand di somministrazione di cibo o bevande e inoltre abbiamo saputo che nel frattempo, anche un altra associazione attiva sul territorio aveva organizzato due giornate di pulizia cittadina di vicoli, strade e altri luoghi del paese.

Nasce quindi un eco-gruppo della Sagra dell’Uva, che collaborando cercherà di avvicinare questo importante evento al concetto di eco-festa. Riuscire a trasformare gli eventi cittadini in eco-feste garantisce accesso a finanziamenti destinati ai Comuni virtuosi oltre che essere premiati come tali e quindi incrementare le possibilità turistiche della zona.

Non da ultimo, una sana gestione della separazione dei rifiuti, potrebbe far risparmiare un po di soldi ai cittadini, visto che l’amministrazione, risparmiando sulla separazione a valle del processo, potrebbe, con un piccolo impegno, far calare la tariffazione sui rifiuti.

piatti e posate compostabili che possono essere inserite direttamente nel bidone dell'organico. Questo può ulteriormente facilitare le operazioni di pulizia dei tavoli durante gli eventi

Piatti e posate compostabili che possono essere inserite direttamente nel bidone dell’organico dopo l’uso. Questo può ulteriormente facilitare le operazioni di pulizia dei tavoli

Questo eco-gruppo inizia quindi a collaborare. Il Gallo Parlante ed il Comitato difesa del Territorio, aggiungono un ulteriore proposta: chiedere agli stand di utilizzare unicamente posate, stoviglie e bicchieri in materiale compostabile. Il Comune accetta la proposta e, dopo aver chiarito che non ha giustamente intenzione di obbligare gli stand a impegnarsi ad acquistare materiale da un solo fornitore e inoltre di non voler costringere gli espositori, almeno per il momento, a usare questo tipo di materiale, viene indetta una riunione con gli standisti.

Anche le altre associazioni che compongono l’Eco-gruppo aderiscono all’idea e si attivano per trovare la migliore offerta da presentare agli standisti. Il Gallo Parlante, grazie ad un rapporto che nasce anni fa, riesce a creare una partnership con un importante azienda nazionale che lavora prodotti in materiale compostabile che ci appoggerà anche in successivi eventi e viene indicato un referente unico per tutti gli stand dove, per comodità possono pervenire gli ordini. Il prezzo indicato è molto vantaggioso e poco influente sui costi, anche se incide ovviamente sulle spese di ogni singolo stand con una crescita percentuale dei costi rispetto all’uso della plastica convenzionale.

Nel corso di una riunione, viene presentato il progetto, fatto vedere il materiale e spiegato che l’uso di questo materiale permetterebbe inoltre di semplificare estremamente la gestione dei rifiuti durante la Sagra. Tutto il tavolo dove siedono i visitatori può essere sparecchiato molto facilmente. Va tutto nel cassone dell’umido, ovviamente separando vetro e materiale incompostabile.

LA POSIZIONE DEL COMUNE:

locandina sagra dell'uva

“La volpe e l’uva” donata per l’occasione alla Comunità di Zagarolo da parte del maestro Enrico Benaglia.

Desideriamo ringraziare queste associazioni per averci aiutato a far comprendere l’importanza di una raccolta rifiuti attiva e concreta all’interno di un evento così sentito per il territorio – spiega Lorenzo Piazzai, sindaco di Zagarolo, – Da parte nostra avevamo chiesto una differenziata capillare per tutti gli standisti che avrebbero partecipato alla sagra. Ci troviamo di fronte ad una maggioranza assoluta che, pur con costi elevati, si sono muniti di materiale compostabile mater-bi. Questa scelta ci rende particolarmente felici, segno che il percorso avviato è davvero quello giusto”.

Il rispetto dell’ambiente passa anche attraverso l’organizzazione di eventi che facciano dell’ecologia una premessa imprescindibile – aggiunge il vicesindaco e assessore all’ambiente, Federica Buiarelli. – Siamo partiti con una proposta ed è stata recepita, assimilata e si è evoluta in brevissimo tempo. Grazie alla condivisione e alla partecipazione di tutte le associazioni, la “Sagra dell’Uva” di quest’anno è davvero un passo avanti rispetto alle edizioni precedenti.”

I RISULTATI RAGGIUNTI:

Abbiamo raggiunto il consenso nella maggioranza degli stand presenti alla festa. 7 stand su 12 utilizzano materiale compostabile oltre alcuni commercianti.

Hanno aderito all’iniziativa: IL COMITATO SAN MARTINO, L’ASSOCIAZIONE SINERGIE, L’ASSOCIAZIONE I GUFI, LA CONFRATERNITA DI SANT’ANTONIO, L’ASSOCIAZIONE I CICLISTI, L’ASSOCIAZIONE DO MANI, L’AZIENDA AGRICOLA CESARE LORETI, GLI AMICI DI ZAGAROLO.

Tutti gli stand comunque, dovranno far cura di differenziare tutti i rifiuti aiutati anche dai volontari messi in campo per guidare i visitatori nella sana gestione.

Ci risulta invece stonata la posizione della Pro Loco che non ha voluto aderire in quanto vuole utilizzare le proprie scorte di plastica. Risulta strano capire come un processo che porti ad una migliore fruibilità turistica, per i motivi che ho spiegato in questo articolo, venga scansato da una associazione che si chiama “Pro Loco”, ovvero “a favore del luogo”. La ritengo una tangibile miopia di intenti.

Per premiare gli stand virtuosi che hanno aderito all’iniziativa dell’uso del compostabile, il Gallo Parlante e il Comitato di difesa del Territorio hanno deciso di produrre in proprio materiale informativo (manifesti, locandine e volantini) che saranno messi a disposizione degli stand che hanno aderito in modo da dargli modo di evidenziare lo sforzo fatto e spiegare il perché del progetto.

Il Comitato di difesa del Territorio ha inoltre protocollato un documento in molti Comuni della zona per chiedere di realizzare un protocollo di intesa che consenta, gradualmente, di raggiungere l’obbiettivo che tutti gli eventi dell’Agro Romano seguano lo stesso disciplinare comportamentale.

Adesso non rimane che sperare che non piova e divertirsi!

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: