stai leggendo...
Eventi, Arte e Cultura

A volte ritornano… gli antichi mestieri

Al via le seconda edizione di “in corso d’opera”, vecchi e nuovi mestieri svelati. O meglio vecchi mestieri reinterpretati con nuovi materiali. Le mani sono sempre quelle, cambiano i materiali e le tecniche ma la passione è sempre la stessa. Vi aspettiamo al mercato contadino di Zagarolo ogni ultima domenica del mese per scoprire come non abbiamo nessun bisogno di essere flessibili. Bisogna forse flettere le menti per farle avvicinare ad un modo diverso di intendere il lavoro, dove chi impara un’abilità e una tecnica e punta dritto al suo obbiettivo è maledettamente condannato ad avere successo.

 

di Redazione

 

in corso d'opera DEF STAMPA 3.0L’esperienza maturata nei mesi precedenti suggerisce di proseguire gli incontri di affabulazione sull’arte delle mani. Mani antiche e moderne che trasformano con passione pelli, legno, carta e plastica allo scopo di farle diventare altro. Qualcos’altro, da utilizzare tutti i giorni per ridare nuova linfa a ciò che sembra passato ma passato non è. L’artigianato, come anche le nuove tematiche della sostenibilità, sono il sale dei principi che stiamo portando avanti. I nuovi/vecchi mestieri saranno la nostra futura speranza in un mondo che ci considera spesso inutili se non abbastanza flessibili
In un mondo dove i giocattoli sono fatti in plastica intossicante, le figurine non si staccano dal loro supporto e hanno perso il loro caratteristico odore, il cibo è veloce e di scarsa qualità, riscoprire l’abilità delle mani potrebbe invogliare a ricreare una possibilità di lavoro per tutti quelli che hanno ormai recepito che il lavoro va inventato e non cercato.

Gli antichi mestieri sono ormai sempre più attuali. Cambiano i materiali ma non i concetti. Prima c’era solo la lana per i materassi o il legno per i burattini, oggi c’è la gomma dei copertoni, la plastica delle bottiglie e tante altre cose che scoprirete.

Si riparte quindi con una serie di laboratori e di proposte che vanno dalla riduzione dei rifiuti grazie al riutilizzo delle bottiglie di plastica, per arrivare alla difficile arte della liuteria che permette di intonare una cassa di legno. Non da ultimo, nell’ultima domenica di Novembre impereremo ad impagliare una sedia. Semplici iniziative che ci guidano verso un mondo fatto di poco che ci garantisce il molto.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: