stai leggendo...
Ambiente, Eventi, Arte e Cultura

La ricrescita sociale passa anche per il buon cibo

Ethicatering, è una normalissima società di catering nata dalla brillante idea di due amiche. Fin qui nulla di particolare, tranne il fatto che ha scelto di approvvigionarsi di prodotti da chi lotta per rifarsi una vita o da chi gestisce terre confiscate alla malavita. Questo a dimostrazione che un mondo diverso non solo è possibile, ma addirittura è un successo. L’idea nasce a Parigi da un Italiana fiera ed appassionata del suo paese. In passato Ludovica apre un bistrot nel quale degustare prodotti scelti con cura tra quelli che il panorama carcerario o delle terre confiscate alle mafie possa offrire. Torna in Italia e con l’aiuto di una amica, Beatrice, esporta quindi la sua passione nel paese di origine. Oggi Ethicatering è una realtà importante del panorama nazionale che racconta quanto ci sia di buono nel vecchio stivale.

 

di Claudio Auriemma (pubblicato a pag.10 del magazine)

ethicatering foto aziende

Ci siamo fatti raccontare da Beatrice Busi Deriu come nasce e come opera la sua società di catering realizzata in collaborazione con Ludovica Guerreri. Ethicatering è una struttura che organizza banchetti per eventi ed è gestita da due care amiche, detto così non è di certo una notizia. Lo diventa invece se l’idea di fondo con la quale nasce il progetto è un mix di sostenibilità, sensibilità sociale, crescita culturale e successo. Ethicatering è diventata una realtà che organizza i banchetti di molti dei più grandi eventi romani e nazionali esportando principalmente un idea, ancora prima del cibo che serve ai tavoli. L’idea che essere un impresa sia etica che affermata è possibile e va di moda. Per sviluppare la loro idea portano in tavola prodotti che hanno una storia fatta di ricrescita sia culturale che sociale.

CA. Guardando la vostra avventura mi viene da chiederle come prima cosa, si può fare ancora impresa etica In Italia? Come nasce ethicatering?

BB: Si si può fare assolutamente impresa etica. l’idea di Ethicatering nasce da un amicizia che lega me e Ludovica che da Parigi dove risiedeva da 5 anni anni ha iniziato un percorso di ricerca che la ha portata all’apertura di un concept store e di un bistrot, dove poter degustare prodotti italiani di qualità. Nella sua ricerca ha privilegiato la scoperta di prodotti si di qualità ma che abbiano anche un valore sociale, quindi i prodotti delle terre sottratte alle mafie, piuttosto che i prodotti realizzati nei carceri italiani. Un Grande successo, la Francia reagiva benissimo a questa proposta, una bellissima vetrina sulla qualità italiana a Parigi, ma ad un certo punto Ludovica ha necessità di tornare in Italia. Qui entro in scena io, che, a parte la grande amicizia che ci lega, mi occupavo di eventi da lungo tempo e di conseguenza è nata l’idea che, per non perdere il valore di un esperienza così importante fatta in Francia, potevamo unire le nostre competenze per replicare il successo parigino. Nasce così Ethicatering. Ci appoggiammo ad un catering con il quale lavoravo e con i prodotti selezionati da Ludovica nel corso degli anni, e oggi proponiamo un servizio catering più attento al valore sociale della proposta. Ad oggi vantiamo di partecipare ad eventi sempre di un certo spessore a dimostrazione che la nostra idea era una buona idea

CA: mi incuriosisce e mi diverte il fatto che, come spesso accade, i valori che abbiamo in Italia vengono scoperti da persone che risiedono all’estero. Come se vista da lontano l’Italia si veda meglio e risulti più interessante, non è strano?

ethicatering da facebook (2)BB: effettivamente è vero, questo accade spesso. Nel caso di Ludovica questo è accaduto in quanto l’Italia, in un certo senso rimane sempre nel cuore e la volontà era quella di riscattare un po il proprio paese, far sapere anche all’estero che l’Italia non era solo il Governo Berlusconi tanto chiacchierato in quel periodo, ma anche tanto valore individuale che andava sottolineato. Poi è anche vero che in Francia sono particolarmente attenti a quello che è il tema della qualità alimentare

CA: ho visto che gli eventi a cui partecipate come Ethicatering, sono eventi molto grandi, ma prevedete anche di prendere in considerazione eventi di spessore minore, tipo eventi locali o quant’altro?

BB: Ovviamente citiamo solitamente gli eventi più istituzionali, ma abbiamo anche realizzato aperitivi sulle terrazze romane per 20/30 persone, si possono organizzare cene, siamo esattamente lo stesso di un catering tradizionale, cambiano solo i prodotti che vengono utilizzati

CA: mi hai accennato che voi acquistate tutti i prodotti presso i vostri fornitori per poterli utilizzare?

BB: si assolutamente. Non essendo prodotti di largo consumo non esiste nessun sistema di conto vendita. Tutto ciò che viene fornito in un evento da noi organizzato è stato da noi acquistato in precedenza dai nostri fornitori. Ed inoltre in ogni evento che creiamo, ci teniamo molto a realizzare un punto informativo sui nostri prodotti in modo da poterli esporre e raccontare la loro storia. Sosteniamo questi produttori anche nella comunicazione.

CA: come reagiscono i produttori, hanno un rapporto diretto con voi? Vi sostengono? ethicatering da facebook (1)BB: per quanto riguarda Libera non solo abbiamo un rapporto diretto con loro, ma anzi abbiamo una vera e propria interazione, abbiamo contribuito nel cambio di gestione della loro e li seguiamo costantemente lavorando in strettissima collaborazione, come anche accade con le altre coBottega a Roma in Via dei Prefetti operative con le quali siamo sempre in contatto e ci sentiamo regolarmente. Per quanto riguarda invece i laboratori delle carceri il discorso invece cambia, essendoci di mezzo il Ministero, come potrà immaginare la situazione è più complessa, anche le consegne le dobbiamo richiedere con molto anticipo, è un lavoro complesso. Non ci lamentiamo comunque, anche se con una certa lentezza, tutto funziona.

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: