stai leggendo...
Ambiente

Una fiaccolata per difendere l’agro romano dall’asfalto

Sabato 17 maggio si scende in piazza, fiaccole in mano, per dire no all’ennesimo progetto  che vuole distruggere il patrimonio nazionale e, ironia della sorte, coinvolge  ancora una volta  il territorio di Passerano/Valle martella.  Alle 19.30 si parte da Via Rotellini a Tor de Cenci per arrivare a Osteria del Malpasso.

 

manifesto18maggioTra i tanti progetti che vengono proposti dalle amministrazioni per “migliorare” la qualità della vita dei cittadini, alcuni spiccano per inutilità e per quantità di devastazione che portano al territorio.
Un chiaro esempio ne è lo stralunato progetto di realizzare un corridoio autostradale a pedaggio che colleghi la zona di Latina e il porto di Fiumicino alla A1, all’altezza di Valle Martella, nel Comune di Zagarolo. Una sorta di bypass meridionale all’attuale Grande Raccordo Anulare. Si continua insomma a sostenere il traffico veicolare privato in assoluta assenza di sostegno alla mobilità pubblica. Si continua a creare traffico, inquinamento ed inoltre i cittadini, ed in particolare i pendolari,  continuano a girare intorno alla Capitale senza avere una facile e comoda possibilità di inserirsi nel sistema di trasporto pubblico urbano.
L’opera si annuncia di un impatto ambientale a dir poco devastante. E guarda caso vuole passare sempre su Passerano una delle zone più aggredite da progetti di cementificazione dell’Agro Romano.  Partendo da Tor de Cenci, il nastro d’asfalto prevede uno sviluppo di 35Km per una larghezza di circa 40 metri. 9Km si svilupperanno in galleria e altri 9 su viadotto. Per un totale di spesa di quasi 2 miliardi di Euro di costi distruggerà oliveti, vigneti, aree archeologiche, aree protette e parchi urbani come quello di Decima Malafede. Attraverserà l’area del Pecorino Romano DOP e del vino Frascati DOC. Lo scempio del territorio non è ancora iniziato è il momento di farsi sentire e partecipare alle iniziative per bloccare questo inutile e dannoso progetto.

 

 

Un video che spiega dettagliatamente il progetto

 

Pubblichiamo una relazione sul progetto realizzata dal Comitato No Corridoio

GRA BIS tratto RM-NA/MI-NA
TERRITORI COINVOLTI
Roma-Municipio VI, Comune di Frascati, Comune di Zagarolo, Comune di Gallicano nel Lazio, Comune di Monte Compatri.

La mappa del percorso della fiaccolata

La mappa del percorso della fiaccolata

TOPONOMASTICA
Il GRA BIS, per il tratto che ci interessa, parte dallo svincolo del tratto Roma-Napoli altezza Torrenova si sviluppa quasi tutto su viadotto che rasenta l’incompiuta Città dello Sport attraversa Via Grotte di Portella sulla penultima rotatoia di TorVergata, la Banca d’Italia, Via di Vermicino e inizia ad attraversare vigneti con uve DOC e ulivi di proprietà di aziende agricole Via Grotte di Dama, Via Nicolosi attraversa Via Prataporci all’altezza di Via Tor Forame, attraversa Via Fontana Candida, Via Casale del Finocchio, Via Quarto Grande, Via della Fontana Corvia, Via Fontana Rotta, Via del Ponte di Pantano, Via della Lite, Via Colle della Lite, Via Ponte di Pantano (direzione Laghetto), Via S.Maria le Quinte, Via Casilina e all’altezza delle cave di Laghetto, vira verso est lungo la zona sud  dell’abitato di Valle Martella su terreni di proprietà di aziende agricole, fino ad arrivare allo svincolo della bretella Milano-Napoli versante prenestino.
L’OPERA:
6 CORSIE+ 2 DI EMERGENZA;
40 MT DI LARGHEZZA;
35 kM TUTTI A PEDAGGIO;
1,7 MILIARDO DI COSTI;
48,2 MILIONI A CHILOMETRO;
PROGETTO STUDIO DI FATTIBILITA’ ANNO 2008;
DA TOR DE CENCI ALLA BRETELLA MI-NA (VALLE MARTELLA);
RACCORDO PER COLLEGARE TOR DE CENCI AL PORTO DI FIUMICINO CHE DIVENTERA’ IL PORTO COMMERCIALE PRINCIPALE NEL MEDITERRANEO (TRASPORTO MERCI IN CONTAINERS SU MEZZI PESANTI!);
9 KM. DI GALLERIA, 8,6 DI VIADOTTO E ALTRETTANTI IN TRINCEA;
12 AREE PROTETTE VIOLENTATE;
38 SOGGETTI INTERESSATI (COMUNI, ENTI LOCALI, SOPRAINTENDENZA, SOCIETA’)
AGRO ROMANO SFREGIATO (A RISCHIO PRODUZIONE DI VINO DOC E DOCG FRASCATI, OLIO, PECORINO ROMANO, LATTE CRUDO);
AZIENDE VINICOLE DI ECCELLENZA, AZIENDE AGRICOLE, CANTINE, AGRITURISMO, B&B, FRANTOI TUTTI A RISCHIO CHIUSURA;
INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E AMBIENTALE
SPERPERO DI RISORSE IDRICHE

LOCALIZZAZIONE DEL PROGETTO E COSA COMPROMETTE:
Il BACINO DELL’ANIENE: nell’ambito del territorio del Comune di Roma rientra soltanto la parte più a valle del bacino dell’Aniene e cioè la parte drenata dall’Aniene e dai suoi affluenti a valle della confluenza con il fosso di Passerano. Questo tratto del bacino ha una estensione di oltre 457 km quadrati ed ha una forma irregolare con dimensione massima di circa 33 km in direzione nord-sud e di circa 24 km in direzione est-ovest e viene diviso in 13 sottobacini. Quelli che attraversano il nostro territorio sono: il fosso di Passerano, il fosso Pratolungo, il fosso di Ponte di Nona, il fosso di Tor Sapienza e i loro sottoaffluenti. Sorge ad est del Vulcano Laziale su vecchi laghi vulcanici quali Pantano Secco e Prata Porci. La sorgente Felice si trova a Pantano Borghese. Sono a rischio falde acquifere per l’intervento della cementificazione e consumo idrico per la costruzione dell’opera. (Il presidente della Regione Lazio ha richiesto al Governo lo stato di emergenza per tutte le province del Lazio a recupero dei danni avuti con l’ultima alluvione febbraio 2014 di zone a rischio idrogeologico dovuti ad un dissesto idrogeologico per cementificazione, abbandono terreni, incuria).
PARCO ARCHEOLOGICO: distruggendo 1 villa romana a Via dei Sassi, 2 necropoli a Via di Vermicino, 1 villa romana a Monte Falcone; inoltre verranno coinvolte nell’impatto edilizio poiché a pochi metri della realizzazione del GRA: Torre Jacova torre medioevale di avvistamento degli Annibaldi; Catacombe di San Zotico in Via Vermicino; Casale Marchese villa del ‘700 con cisterne romane e lastricato della Via Labicana; Casal Montani casale del ‘600 con cisterne romane; Casale Cerquetta e Cappella Cerquetta del ‘700; Casale Pietra Porzia casale del ‘800; Pantano Borghese con casali del ‘600, reperti acquedotto Alessandrino presso la sorgente Felice, la città di Gabi rientra nel PRG in un grande Parco Archeologico. Questi menzionati sono solo una minima parte degli innumerevoli luoghi storici e archeologici.
ZONA SISMICA: la nuova classificazione sismica adottata dalla Regione Lazio con la delibera della Giunta Regionale n°387 del 22 maggio 2009 inserisce tutto il Comune di Roma in zona 2B, sismicità medio-alta, aumentando di 1 punto di aggravamento di classificazione di zona sismica rispetto al 2003 e conformandosi ai valori del territorio di confine della Provincia di Roma, e cioè comuni di Zagarolo, Gallicano nel Lazio, Frascati classificati anch’essi in zona sismica 2B. (Ultima scossa di terremoto magnitudo 2.0 il 3 febbraio 2014 ore 8.19 a 9,6 KM. di profondità con epicentro Cstelli Romani).
COMPARTO VINICOLO, AGRICOLO E DI ACCOGLIENZA: sono a rischio di chiusura grandi e piccole imprese che operano soprattutto nel settore della produzione di vino DOC: Casale Marchese, Cantine Contessa Pallavicini, Vini Colle Mattia, Cantina Cerquetta, Cantine Zandotti, Cantina Taglienti, Cantine Micara, e tanti altri piccoli produttori; frantoi: La Bombarda, Terre di Torre Jacova, frantoio Gallicano; ristorazione e accoglienza: Agriturismo, B&B, piccole osterie e ristoranti di nicchia; praticamente verranno meno posti di lavoro e cancellati anni di sacrifici di chi ha investito in un futuro economico in contrapposizione al cemento edificatorio speculativo.
COSA E’ STATO FATTO
Sono state fatte delle assemblee pubbliche sul territorio: 10 Novembre 2012, 23 novembre 2012, 7 dicembre 2012; sono stati pubblicati vari servizi nei giornali locali ( Fiera dell’Est, Osservatorio laziale, Il Caffè)e nazionale (Repubblica); diretta televisiva Rai 3 Buongiorno Regione Lazio; inoltre siamo in contatto con grandi e piccole aziende/imprese. Con il Consorzio Frascati DOC (Mauro De Angelis), l’Associazione Uve Frascati (Luigi Fusco) e la Coldiretti (David Granieri) siamo impegnati a portare a conoscenza il dissenso del territorio a politici e amministratori(aumento del PIL grazie all’agricoltura, aumento export vino di eccellenza +7%).
A questo impegno siamo solo stati affiancati dai Verdi Lazio (Nando Bonessio)che hanno diffuso questo progetto su web, siamo stati supportati dalle conoscenze e competenze relative al territorio da Salviamo il Paesaggio (Cristiana Mancinelli), dallo studio di Architetti Paesaggisti ( Lucio Pettine).
ABROGARE IL GRA BIS E INCENTIVARE:
TRASPORTO PUBBLICO SOSTENIBILE: trasporto ferroviario pendolare con la linea delle FS FR6 (stazione Colle Mattia, Tor vergata); METRO C la cui apertura è stata nuovamente rinviata (Pantano Borghese-Piazzale Clodio); piccoli bus navetta a collegamento circolare (trasporto gomma-ferro); trasporto di containers su mezzi a rotaie come in altri Paesi Europei;
TRASPORTO PRIVATO: riqualificare il quadrante del Municipio VI mettendo in sicurezza le strade già esistenti;
SERVIZI PRIMARI E SECONDARI: nelle zone sopra menzionate e in particolar modo nel Municipio VIII i territori sono delineati da Toponomi e, quindi, le abitazioni sono ancora in attesa dal 1984 (condono edilizio)di servizi primari (fogne, acqua, illuminazione pubblica) e secondari (scuole strade servizi in generale)
LA VOCAZIONE DEL TERRITORIO-COMPARTO VINICOLO, AGRICOLO, DI ACCOGLIENZA, : il territorio, proprio per la sua vocazione agricola con massiccia presenza di resti archeologici e di luoghi storici, può istituire una rete di piccole e medie imprese, start –up,( alta eccellenza e gestione familiare) che diano vita ad un circuito virtuoso di turismo eno-gastonomico che darà la possibilità di creare nuovi posti di lavoro.

 

Per Info e Contatti:

Comitato NO Corridoio Roma-Latina per la Metropolitana Leggera
Il blog: http://quartiereroma12.blogspot.com e.mail: nocorridoio@tiscali.it  
Portavoce Gualtiero Alunni – cell. 3332152909
Facebook: Comitato No Corridoio Twitter: NoCorridoio YouTube: XIIRoma

 

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Una Giornata di Festa per dire no all’asfalto. No Bretella? Si Party! | - 16 maggio 2014

  2. Pingback: Non badiamo a spese per progettare opere inutili | - 10 febbraio 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: