stai leggendo...
Senza categoria

Apologia della Fuga

So che questo non è il luogo più adatto per scrivere quello che sto’ per scrivere. Questo Blog nasce per accogliere contenuti dedicati al territorio, ma purtroppo quello che oggi è accaduto mi suscita delle emozioni che ho bisogno di esternare. L’unico modo che ho di condividerle è quello di scriverle, per cui approfitto di questa piattaforma che sperò mi perdoni e per l’occasione chiuda un occhio.

 

Questo è uno spazio in cui si dovrebbe parlare di territorio, ma mi viene in mente che i luoghi, i territori, gli spazi dove viviamo alla fine li creano le persone. Parlare delle persone, alla fine è come parlare di territorio. La storia di tutti i luoghi che frequentiamo alla fine è composta dalla storia e dalle esperienze delle persone che li hanno creati. Se non ci fossero le persone i luoghi sarebbero dei non luoghi e i territori non avrebbero senso di esistere.

luttoOggi molti uomini, donne e bambini hanno perso la vita nella ricerca della libertà. Libertà dalla guerra come dalle angherie di sistemi di vita arcaici, hanno perso la vita per cercare di garantire un futuro migliore ai propri figli, piccoli o grandi che siano. Qualcuno ha perso la vita anche prima di averlo un figlio. Qualcuno ha perso una vita che ha vissuto solo in piccola parte. Questo strazio immenso mi ha suggerito una riflessione. Il Mare è la massima espressione della libertà. Non è possibile ne ingabbiarlo ne fermarlo. Se si agita bisogna solo subirlo. L’uomo saggio impara a rispettarlo ed in questo modo cerca di scampare alla sua ferma crudeltà. Questa grande superficie, espressione di libertà, talvolta diventa la strada che alcuni compiono per cercare una propria libertà. Cercare una condizione di vita migliore attraverso il mare è già di per se un’eccezionale avventura. Cercare aiuto da un essere libero e crudele e un affido avventuroso della propria esistenza. Se poi, affrontato questo essere misterioso, dall’altra parte troviamo anche delle porte chiuse tutto questo diventa impossibile. L’Europa è sempre di più una porta chiusa per i migranti. Non auguro a nessuno nel momento del peggior bisogno di suonare un campanello o bussare ad una porta a cui non risponde nessuno. Il pensiero assurdo della sublimazione del diritto di nascita come unico diritto di appartenenza ad un luogo è secondo me quanto di più sbagliato possa esistere. Se non ci fossero stati migranti e viaggiatori oggi il mondo sarebbe stato piatto, senza colori e senza sapori. Cristoforo Colombo se avesse trovato la legge Bossi-Fini ad accoglierlo, oggi forse non avremmo gli Stati Uniti d’America. C’è chi dice che sarebbe stato meglio, ma, come direbbe Lucarelli “questa è un altra storia”. Se negassimo ad un Padre, Telemaco, alla fine della Guerra di Troia la possibilità di cercare suo figlio sperso in lunghi viaggi, oggi non avremmo l’Odissea. Insomma il viaggio, la fuga, sono sempre stati alla base della vita del genere umano. Opporsi a questo è secondo me un delitto verso l’umanità, paragonabile ad un genocidio.

Grazie a tutti i migranti e agli uomini in fuga.

Abolire la Bossi-Fini, questa legge ignobile che scoraggia il soccorso in Mare è un imperativo per il Governo di questo paese allo sbando

Annunci

Informazioni su Claudio Auriemma

Uno di quelli che ancora, nonostante tutto, ci stanno provando. Del resto il mondo lo hanno fatto quelli che ci hanno provato.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

SFOGLIA IL GIORNALE – 16 DICEMBRE 2016

ABBIAMO GIA’ DETTO:

PROMO

PROMO

Informazione Pubblicitaria

PROMO

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: